Archivio dell'autore: occhioniblu

Informazioni su occhioniblu

Femmina, occhi blu e la consapevolezza di non sapere ancora chi sono, cosa voglio e dove sono diretta… che, tradotto in parole povere, significa una ragazza qualunque con la passione per la vita, ma senza la capacità di vivere bene la Sua esistenza, senza troppi pensieri, tristezze, paure, rabbia e rancori…

Scoperte…

La prima impressione che alcune persone mi offrono è in grado di sconvolgermi a livello umano.

La cosa bella è che si tratta di sensazioni, di pelle, di ipotesi e fantasie.

È raro, ma illuminante trovare chi ci pare determinato ma non disposto a tutto, folle ma con i piedi per terra, sognatore ma concerto. Ma la vera rivelazione, il concreto spunto di riflessione arriva quando ci si scontra con chi potrebbe avere il mondo in mano, soldi, potere, ma invece ti accorgi che al posto di essere diffidente, arido, bramoso di successo, basa il suo essere sui valori umani e la voglia di credere comunque in qualcuno. La voglia di amore e di completezza umana che alcune persone trasmettono sono realmente in grado di sorprendermi. Vedere in una unica persona la grinta e la testa di un diciottenne, ma il cuore di un trentenne, con tutte le sue preoccupazioni, i suoi fardelli e i suoi dubbi… queste sono le vere scoperte del cuore…

Annunci

Arrabbiata

Sotto sotto sono semplicemente banalmente e terribilmente arrabbiata, ma mi vergogno ad ammetterlo, in quanto è una rabbia infantile, stupida, inconscia…

Sono arrabbiata perché non mi vedi, sono arrabbiata perché non vuoi cambiare, sono arrabbiata perché io ti tratto male solo perché vorrei essere abbracciata, sono arrabbiata perché tu mi lasci fare invece dovresti fermarmi e, soprattutto, sono arrabbiata perché mi hai fatta brutta e triste…

E poi sono arrabbiata anche con te, perché speravo che mi cambiassi la vita, sono arrabbiata perché il nostro sogno è cambiato, perché non gli dai più importanza, perché hai altre priorità, altri sogni, altri desideri….sono arrabbiata perché mi sento sola, perché ci sei ma non riesco a sentire la tua mano, sono arrabbiata perché vorrei di più…

E poi sono arrabbiata con me stessa, perché non è colpa vostra, ma è colpa mia che voglio sempre di più e che non mi accontento mai, neppure di voi…

Mi vergogno tanto, di me e del mio egoismo… vorrei starvi accanto ed invece tocca sempre a voi raccattare i miei cocci…e provare a volermi bene, nonostante tutto…

Sono arrabbiata perché prima di tutto o voi, ma non riesco a far pace con il mondo…


Ed è sempre lei…

E’ lei che vive nelle menti e riempie i cuori di odio, di cattiveria.
E’ lei che acceca gli occhi, che offusca gli animi.
E’ lei che rallenta il progresso…

Ed è sempre lei che impedisce alle persone di avere una percezione reale di loro stessi e del mondo che ci circonda…

E’ lei, l’ignoranza

Ed è sempre e solo lei, il vero, profondo, ingombrante male del mondo…


I mali del mondo, i beni degli uomini….

Sentirsi inadatti, ma continuare a sorridere.

Sentirsi sopraffatti, ma continuare a resistere.

Avvertire l’impossibilità di un reale cambiamento, ma continuare a sperare di poter migliorare.

Tentare, studiare, provare, faticare e vedere che tutti ti sorpassano senza fatica.

Sperare di meritarsi qualcosa e ritrovarsi sempre e solo con delusioni e problemi tra le mani.

I sogni svaniscono come sabbia tra le dita, e l’impossibilità di migliorare rimane sulle mani, cocci di speranze infrante, di desideri irrealizzati.

Rassegnarsi al dolore, rassegnarsi all’essere inadatti a questo mondo, a questa vita, a queste ingiustizie.

Rassegnarsi al non poter far nulla, rassegnarsi alla cattiveria che domina gli animi, alla mediocrità delle menti e dei cuori, all’egoismo, alla smania di possesso…

Ma non è poi, forse, rassegnarsi semplicemente alla natura umana e al MIO essere? Dopo tutto ciò che maggiormente desidero è avere la mia famiglia, la mia casa, il mio lavoro, i miei soldi, i miei riconoscimenti… Mio. Tutto mio. Solo mio.

Possesso, egoismo, dominio. I mali del mondo, i “beni” degli uomini….


Grazie…

Non so come, non so perchè, ma la mia mente viaggia, divaga, riflette e si ritrova a pensare a te…

Vorrei ringraziarti, non per un gesto preciso, ma per l’insieme, per la tua presenza, per il tuo essere accanto a me e soprattutto per il tuo volermi Amare.

Tolleri il mio essere, ti sforzi di accettare che la mia mente sia un continuo e perenne turbinio di pensieri sconnessi, a volte di lamentele, inutili, fine a se’ stesse.

Ridi con me, per me, di te, di noi.

Ma ho scoperto che sai anche piangere per me, con me…

Sai accettarmi, perdonarmi, coccolarmi, farmi ridere e sorridere. Sai farmi sentire a casa, in qualsiasi luogo dove ci sei. Sai farmi arrabbiare e farmi passare l’arrabbiatura nell’arco di qualche secondo…

Perché “casa” non è più il luogo dove vivo, ma è il luogo dove ci sei tu.
Perché “amore” non è solo un sentimento, ma è una persona.
Perché “perdono” non è più una bella cosa che ci insegnano, ma è realtà.
Perché “volere” non è un semplice verbo, ma è ciò che facciamo noi, insieme, quotidianamente…

Abbiamo ancora tanta strada da fare insieme, dobbiamo e possiamo ancora migliorare in tante cose, ma ciò che ci accomuna e che spero ci legherà per sempre è la voglia di fare, cambiare, migliorare… stare… insieme…


110 auguri a me…

110 auguri a me, 8 anni dopo…

E non perchè un voto renda meritevoli, competenti o importanti.
Nella mia vita ho conosciuto menti realmente brillanti, persone veramente intelligenti e anime assolutamente profonde e non ho ne’ la presunzione ne’ le competenze per potermi paragonare a loro, ma semplicemente per ricordare a me stessa che vale la pena sforzarsi, vale la pena continuare a studiare e migliorarsi, vale la pena impegnarsi, provarci sul serio, non fermarsi allo strettamente necessario, non fare solo il minimo indispensabile.

Perché, anche se in questo paese sembra sempre più impossibile, sotto sotto ho ancora la speranza che impegnarsi possa servire a qualcosa…


Di più…

Sempre di più…

Pretendiamo sempre di più da noi stessi, ma anche dagli altri. Vorremmo che ci capissero, come e più di prima, vorremmo che ci vedessero sempre meglio di come siamo nella realtà, che ci amassero a priori, ci cercassero, desiderassero, perdonassero sempre e comunque.

Vorremmo che gli altri ci vedessero come degli eroi invincibili, che rispettassero la nostra forza ma che, contemporaneamente, ci amassero e coccolassero come se fossimo dei cuccioli indifesi.

E vorremmo fare lo stesso con loro, vorremmo prenderli per mano e mostrare la loro bellezza, la loro forza e la giusta via da percorrere.

Vorremmo aiutarli, spronarli, far vedere loro quanto sanno e possono fare. 

Aiutarli nelle scelte, indirizzandoli nel momento del bisogno dimenticandoci, però, che il nostro bene non è il loro… 

Dimenticandoci del fatto che un genitore può consigliare ad un figlio ciò che pensa sia la cosa giusta, ma non può imporre il proprio pensiero.

Dimenticandoci che l’amore non si pretende ma si coltiva.

Dimenticandoci che le persone si supportano ma non si obbligano e dimenticandoci che ciò che è giusto per noi non è detto che lo sia anche per gli altri… anzi… i sogni e le aspettavive sono qualcosa di personale e non dovrebbero mai essere imposti…


L’importante…

L’importante non è che tutto sia sempre perfetto…
L’importante è trovare qualcuno nella propria vita che sia disposto a combattere insieme a te perchè l’imperfetto diventi perfetto…


Quando ricordare è condizione necessaria ma non sufficiente…

Se solo l’ “Uomo” potesse trarre insegnamento dai propri errori e dalla storia, il mondo sarebbe diverso e, forse, potremmo realmente definirci essere umani… Il problema non…

Sorgente: Quando ricordare è condizione necessaria ma non sufficiente…


Il mondo…

Ho sempre sognato di girare il mondo.

Ho sempre desiderato avere la capacità di memorizzare e ricordare i dettagli, i luoghi, le situazioni.

Ho sempre sperato di imparare ad amare il mondo, anche il mio piccolo mondo, quello che mi circonda quotidianamente.

E invece la vita mi ha insegnato che il mondo non è fatto solo di luoghi.

La vita mi ha insegnato a sognare che le persone che amo mi seguano mentre giro e scopro il mondo.

La vita mi ha insegnato a memorizzare gli occhi, le mani, i sentimenti che suscita in me chi amo.

La vita mi ha insegnato che il mondo diventa secondario se il vero mondo lo possiedi nel cuore, se hai la capacità di riconoscere e dare valore all’amore.

Ora sogno, desidero e spero che gli insegnamenti che questa vita mi sta dando mi aiutino a creare il nostro mondo… un mondo migliore, da girare, ricordare e amare…


Amicizia…

Ascoltare, provare a capire, non essere sempre prevenuti, non essere sempre pronti a giudicare.

Norme di buon comportamento ed educazione?

No, doti che stanno sempre più diventando uniche, rare, introvabili.
Ma doti che tu conservi ed implementi, giorno dopo giorno.

Provi ad ascoltare realmente, con il cuore, e non solo con le orecchie.
Sei sempre pronta a dire ciò che pensi, ma senza mai avere la pretesa di saperne di più o di essere più brava di qualcun altro a priori.
Non giudichi sparando su tutto e tutti senza nemmeno cercare di guardare le cose da un punto di vista diverso.

Una specie di superoe? Forse, o -più probabilmente -hai la grande capacità di rimanere umile e modesta, nonostante la tua intelligenza e la tua capacità di guardare il mondo sempre con occhi nuovi…

Abbracci con le parole, ami con i gesti, consoli con il sorriso.

E lo fai dal primo giorno che ti conosco…

Grazie, per non giudicarmi.
Grazie per ascoltarmi.
Grazie per supportarmi.

Occhioniblu


La mia voce cercava il vento per arrivare alle sue orecchie… 

La mia voce cercava il vento per arrivare alle sue orecchie… – http://wp.me/p6fTwm-eiw


La notte…

Sì sarà pure misteriosa e tenebrosa,
quando vuole fa paura,
Ma ti abbraccia e ti difende se l’ascolti…

Ascolta la notte, è il tuo cuore che ti parla.

Chiudi gli occhi, non per incontrare Cupido, ma per sentire la sua voce.
Il suo battito ora è la tua Musa.
Fa paura, la sua voce è veramente misteriosa e si espande nelle tue vene.
Pulsa, batte, urla.

Non smette, è realmente tenebrosa, ti tormenta.
La notte buia, il tuo cuore impaurito, la sua voce pulsante, la tua mente farneticante.

Tutto intorno a te parla, tutto intorno a te fa paura.

Non sei pronto, cerchi la luce.
Ma è troppo presto. La luce non verrà, non ora.
Il tuo mondo è tutto qui, in questa stanza, in questa notte.

Vorresti vedere. Vorresti la serenità. Vorresti la quiete.

Ma non puoi scappare. Una parte di te sta vivendo, come non ha mai vissuto…

View original post 112 altre parole


Che fare?

Dimenticare.
Allontanare,  portare fuori dalla mente, allontanare.

Ricordare.
Stringere a se’, portare dentro, tenere nel cuore.

Occhioniblu


Non proveremo mai più nulla di simile…

Non andartene,

Fammi sentire la tua forza,

Stringimi a te,

Fammi sentire il tuo Amore, il tuo desidero, il tuo Esserci.

Ti ho amato tantissimo, 

Mi mancherai,

E ti porterò sempre con me.

Nell’anima, sotto la pelle, nello spirito.

Passione, alchimia, forza metafisica.

Amore, sesso, necessità, bisogno.

Tutto si mescola in un infinito Noi.

Senza tempo, senza confini, al di là del bene e del male, oltre questo scibile, oltre questa misera esistenza.

Non proveremo mai più nulla di simile?

Forse in questa vita no… o forse siamo, siano state, o saremo, anime complementari destinate a compiere il loro viaggio insieme, ovunque esso sia, sia stato o sarà…

Occhioniblu


Cambiare…

Come si cambia per non morire

come si cambia per amore

come si cambia per non soffrire

come si cambia per ricominciare

Cambiare,

Modificarsi,

Adattarsi.

Combattere,

Ribellarsi,

Rassegnarsi.

Cambiare per rispondere alle esigenze di questo mondo, per sentirsi accettati, utili, per cercare di rendere felice chi si ha intorno, per farsi amare, per piacere.

Cambiare per adattarsi, per paura di sbagliare, per tentare di migliorare se stessi, la propria vita, il mondo proprio e altrui.

Cambiare per restare.

Cambiare per partire.

Cambiare per tornare a volare,

Cambiare per seguire i propri sentimenti,

Cambiare per ricomporre i propri pezzi,

Cambiare per Vivere…

Come si cambia per non morire

come si cambia per amore

come si cambia per non soffrire

come si cambia per ricominciare

Occhioniblu

http://wp.me/s6fTwm-cambiare


“Pensiero, dove hai le radici?”

 Pensiero, dove hai le radici?

            tratto dalla poesia “Terra d’Amore” di Alda Merini

Pensiero,

anima della vita,

fulcro dell’essere.

Pensiero,

danno dello spirito,

causa del tutto.

Pensiero,

nucleo della ragione,

fonte del sentire.

Pensiero,

mente, intelletto, immaginazione,

dove hai le radici?

Tu,

che sei causa ed effetto,

di ciò che siamo e sentiamo…

Occhioniblu

View original post


Artigli…

Si sgretola, piano piano, il mio mondo.

Perde stabilità, si spezza, sotto il mio sguardo.

La solidità diventa debolezza, la robustezza fragilità.

Scoprire che le certezze non esistono, imparare che “la mano sul fuoco” no, per nessuno.

Sentirsi soli, traditi, impauriti.

Guardare al futuro e vederci solo il passato, infranto.

Avere paura, di vedere, di capire, di realizzare.

Essere deboli, sgomenti, preoccupati.

 

Angoscia, inquietudine, timore.

L’aria scarseggia, gli occhi sono pieni di lacrime.

Il respiro manca, la vista si annebbia.

Frustrata, disillusa, amareggiata.

Inquietudine, preoccupazione, struggimento.

La vita ha affondato i suoi artigli nella sua carne e mi ha strappato un pezzo d’anima, per sempre…

Occhioniblu


Coltello…

Occhioniblu

Invisibile è la tua lama,

taglienti le tue parole,

affilate le unghie che penetrano la mia carne.

Un filo di sangue sgorga,

impercettibile ed incessante.

Il mondo non vede la ferita,

tu non senti le urla strazianti della mia anima.

Io nascondo il mio dolore,

maschero la ferita,

dissimulo i miei pensieri

e chiudo il mio dolore dentro la mia anima che,

sempre più sanguinante,

finge indifferenza mentre, piano piano, si sgretola…

View original post


Parole…

Occhioniblu

E’ dolce il tuo pensiero,

desiderio antichissimo e perpetuo,

ricerca incessante di un mondo nuovo.

Vita che scorre, sangue versato,

lacrime invisibili che sgorgano dal cuore.

Nostalgia di una speranza,

immagini sfocate rubate alla Fantasia.

Sogno.

Silenzio.

Sapore di sconfitta.

Delusione.

Paura.

Terrore.

Speranza.

Sollievo.

Aspettative.

Attese.

E di nuovo Sogno…

Metamorfosi di un io che non esiste e perpetua incessantemente il suo non essere.

View original post


Desiderio…

Occhioniblu

Esiste un momento giusto per andarsene.
Esiste un attimo perfetto per dimenticare.

Anime che si sfiorano, che si rincorrono
e varcano le soglie della proprie profondità.

Carezze infinite che abitano luoghi errati,
anime dannate in cerca di un conforto,
cuori vacillanti, imprigionati in un mondo fallace,
menti confuse, aggrovigliate intorno ai propri pensieri.

Inesauribile ricerca di un equilibrio impossibile,
desideri irrealizzabili, figli della volontà di prevalere
su quel destino iniquo e nefasto,
incapace di ubbidire alle nostre disposizioni.
Il desiderio è il nostro padrone,
proprietario audace del nostro essere,
lasciare che si riveli,
lasciarlo esprimere:
questa è l’unica,
effimera, labile, ma
eccezionale ed esclusiva
possibilità di assaporare la libertà.
Seguilo con tutto te stesso.
Ricerca la tua felicità.

View original post


Possibilità…

Occhioniblu

La maggior parte delle persone non capisce che entrare nel cuore di qualcuno è una possibilità che non merita di essere sprecata. Qualcosa di raro, effimero e bisognoso di cure.

View original post


Appartenenza…

Occhioniblu

“Appartenere a qualcuno significa entrare con la propria idea nell’idea di lui o di lei e farne un sospiro di felicità. A volte succedono cose strane, un incontro, un sospiro, un alito di vento che suggerisce nuove avventure della mente e del cuore. Il resto arriva da solo, nell’intimità dei misteri del mondo” cit. Alda Merini

View original post


Giorno e Notte…

Occhioniblu

Il Giorno e la Notte… tanto diversi, eppure così complementari.

Si incontrano ad ogni alba e ad ogni tramonto, per un periodo così breve, ma così prezioso, ricco di colori, sfumature ed emozioni. Sono come due teneri amanti che si cercano, si rincorrono e nei brevissimi momenti a loro disposizione si imparano a conoscere, rispettare ed amare.

Non cammineranno mai mano nella mano, non vivranno mai nello stesso tempo e nello stesso spazio, ma non possono fare a meno uno dell’altra, perchè si completano a vicenda, involontariamente padroni dei reciproci destini, legati da un filo invisibile, ma che non si spezzerà mai. Regolano il mondo con la loro presenza o assenza, quando uno si avvicina, l’altra deve ritirarsi eppure… eppure in quei brevi minuti si scontrano, si fondono, si arruffano, si sciolgono in un caldo, dolce ed infinito abbraccio che lascia ogni volta stupiti tutti gli sguardi che, bramosi di…

View original post 61 altre parole


Una serata particolare…

Occhioniblu

Una serata particolare…estremamente banale per la maggior parte delle persone che, a trentanni hanno la fortuna di possedere un castello, un proprio regno, un nido…

Cosa ho fatto di tanto strano e inconsueto? Mi sono solo goduta me stessa, la mia vita, i miei pensieri, la mia anima. Sono tornata a casa ed ero sola, completamente, senza Lui, senza il pensiero di lui, e soprattutto senza la mia unica vera compagna di vita, colei che -da quando mi ha messo al mondo- non mi ha mai abbandonata e non ha mai smesso di amarmi, nonostante tutto il dolore che ha sofferto e che le ho provocato.

Faceva caldo, ma mi sono lo stesso barricata in casa, con le finestre chiuse e le tende tirate, il mio unico desiderio era quello di non permettere a nessuno di invadere il mio silenzio, la mia vita, il mio momento di intimità con me…

View original post 434 altre parole


Le note del cuore…

Occhioniblu

Vorrei rendere speciale ogni tuo giorno, vorrei dare colore alla tua vita, riuscire a renderla brillante, immettere poesia e gioia nei sentieri, anche i più segreti, bui e sommersi della nostra anima, del nostro cuore, dell’ io profondo…

Dare musica al silenzio, scrivere note d’amore sullo spartito della nostra vita, liberare in un canto i mostri dell’anima per renderli angeli in grado di dare forma alla gioia e all’esistenza, capaci di ritrovare la purezza dei sentimenti.

Vorrei poter pulire i cuori e le menti dal torpore causato da questa esistenza che corre all’impazzata, che sembra sfuggirci, che non ci lascia il tempo per… per – semplicemente- vivere: pensare, riflettere, gioire, imparare, amare, amarci…

Vorrei poterti giurare che la tua, la nostra vita, sarà sempre un sogno, una canzone senza stonature, un armonico, sereno e delicato idillio.

Ma non posso… Io sono solo una semplice persona, posso provare a diventare la…

View original post 111 altre parole


Latitanza…

Occhioniblu

E’ da molto tempo che non scrivo, che non mi guardo dentro, che non mi confronto con la mia parte più vera, profonda e segreta.

I giorni di questo nuovo anno si sono susseguiti velocemente, tra influenza, semi trasloco e lavoro.

La verità è che ultimamente ho più paura del solito nel guardarmi dentro. Da quando ho iniziato il mio percorso di “autoimposizione della calma al fine di cercare la felicità”, con tanto di aiuto medico e chimico, mi fa più paura il dover parlare a me stessa, confrontarmi con le mie paure, sogni e desideri.

Sono sempre gli stessi, ma sto cercando di imparare a esprimerli con meno rabbia e in modo più pacato, meno urlato e sbattuto in faccia al prossimo.

E’ un percorso duro, che implica il dover ribaltare completamente il mio modo di gestire le persone e gli avvenimenti.

Il passo conclusivo credo che potrebbe essere…

View original post 250 altre parole


Avrebbe…

Occhioniblu

Avrebbe potuto e dovuto essere una giornata felice, in cui sentirsi un pochino realizzati ed appagati:ho finalmente trovato qualcuno che abbia un pochino di fiducia nelle mie capacità, ma che soprattutto abbia la voglia e il coraggio di dimostrarmelo, dovrei essere felice e allegra, avrei dovuto essere capace di lasciare le insicurezze e la paura di deludere come sottofondo, poiché avrebbe dovuto essere una buona giornata…

Già, avrebbe…

E invece ecco un’altra, l’ennesima estenuante, inutile, dolorosa litigata, contornata da urla, cattiverie, offese e ripicche…

Non riesco a immaginarmi neppure di lasciarla sola senza me al piano di sopra, ma poi quando invece è con me, quando potrei godere a pieni polmoni della sua presenza non la tollero più, perché semplicemente vorrei la mia libertà ma mi è impedito essere me stessa.. mi hanno rinchiusa qui dentro e non riesco ad uscirne, perché lei è qui, perché i soldi non ci…

View original post 78 altre parole


Ho sognato…

Occhioniblu

Apro gli occhi, raccolgo in un secondo le idee e cerco di capire chi sono, dove e perchè avverto nel cuore questa strana sensazione…

Ah ecco, ora è tutto più chiaro, anche se sono nel cuore tetro e buio della notte.

Ti ho sognato, ho immaginato di toccarti, abbracciarti, baciarti la nuca, la testa e tenerti stretto – di nuovo- a me, teneramente, morbidamente. Le emozioni ora riaffiorano nitide e mi sento profondamente persa nei pensieri e contemporaneamente quasi commossa.

Non si tratta di un sogno come gli altri, è molto più etereo, impalpabile, puro. Riaffiorano i sentimenti appena provati: una sorta di dolore celato, più che sofferenza si trattata di rammarico, forse, o di nostalgia. Avverto la voglia inarrestabile di sapere come stai, dove sei, cosa fai, perchè quel sogno, così irreale, frutto della mia mente, ha lasciato invece un segno reale, la sensazione di doverti proteggere ancora, di…

View original post 373 altre parole


La domanda è semplice: posso continuare così?

Occhioniblu

La domanda è semplice: posso continuare così?

E la risposta è addirittura più facile: No!

No, non posso continuare ad avere crisi di nervi, isteriche e di pianto.

No, non posso continuare a sentirmi annientata dagli altri, alla vita, dagli avvenimenti.

No, non posso continuare ad essere negativa, pessimista e distruttiva.

No, non posso continuare a sentirmi esaurita, esausta, esasperata.

No, non posso continuare a rimanerci male e arrabbiarmi tutte le volte che le cose non vanno come vorrei.

No, non posso continuare a non far nulla per cambiare.

Cambiare? Sì, si può fare.

Ma come?

Questo non lo ho ancora capito.

Non ne ho la più pallida idea.

Credo che in questo periodo di turbamenti psichici e paure quello che influisca maggiormente sulla mia negatività sia proprio il non sapere dove dirigermi e come provare a trovare la giusta strada. Non ho idee. Ovunque io mi giri, vedo sempre…

View original post 762 altre parole


Fragilità

Occhioniblu

Ieri parlando con una mia cara amica mi sono resa conto di come, in fondo, le persone siano tra loro più simili e fragili di quanto si possa immaginare.

Siamo abituati a vedere gli altri come rocce, persone migliori di noi, che non crollano mai, che non si spezzano, che tirano avanti per la loro strada senza curarsi troppo delle piccole idiozie che, invece, affliggono noi, me…

E questo mi ha sempre portato a pensare che, per non “essere sbagliata” avrei dovuto sempre e comunque farcela da sola, dimostrare a me stessa e a tutti quelli che mi conoscono, o che anche semplicemente e paradossalmente, mi incrociano per strada la prima volta, che “io no, io sono diversa, io ce la faccio da sola, non ho bisogno di niente e nessuno, sono abbastanza autosufficiente e forte per riuscire ad affrontare tutto da sola”.

Perché, si sa, chi è forte è…

View original post 336 altre parole


“Lui”

Occhioniblu

Lo guardo dormire con la bocca semiaperta ed un raggio di sole che gli accarezza il viso e mi si riempie il cuore di amore…

Nell’ultimo periodo ho pensato e scritto molto di pensieri e racconti legati al passato, un po’ per paura di affrontare il futuro che ultimamente si è fatto pieno di decisioni da prendere, e in parte perchè è molto più facile crogiolarsi nel tentativo di capire cosa tu abbia sbagliato in passato e perchè tutti riescano ad andare avanti tranne te, invece di provare realmente a cambiare strada…

Però tutta questa tristezza, negatività e rabbia che hanno caratterizzato l’ultimo periodo della mia vita, non hanno mai incrinato (o almeno spero) il bene che “lui” mi vuole.

Questa vacanza ne è stata la prova. La prima solo noi due insieme, che, a pochissimi giorni dalla fine, sembra appena iniziata. Certo, qualche “azzuffata” c’è stata, ma non un…

View original post 413 altre parole


Banalità

Occhioniblu

Alcune volte sono proprio le cose più banali che ti spiazzano, nel bene e nel male.

Nel bene, possono essere semplici gesti come la manifestazione di affetto da parte di una persona a cui tieni, un regalo inatteso, quelle piccole cose che possono cambiarti la giornata, o per lo meno una parte di essa: un bel paesaggio, degli animali tenerissimi, la natura, gli eventi atmosferici… E sono sempre e comunque le cose più banali a far scaturire le emozioni più forti e pure.
I sorrisi, gli abbracci, le attenzioni ricevute gratuitamente, uno sguardo denso di significato che ti penetra nella pelle e raggiunge direttamente il tuo cuore, il tuo stomaco… Sono tutte situazioni banalissime, facili da incontrare nel quotidiano, ma dense di significato e la capacità di una persona dovrebbe essere quella di saperle riconoscere e approfittarne. Usare questi  momenti per rigenerarsi, respirarne la grandezza celata sotto la semplicità…

View original post 125 altre parole


Regalo

Occhioniblu

A volte basta veramente poco, molto poco…

Un sorriso, un abbraccio e perché no, un regalino… Ed ecco che il tuo mondo migliora e si tinge di rosa, o meglio, in questo caso  di azzurro, perché il regalo in questione è di colore “occhioniblu”.

La cosa bella non è tanto il bellissimo regalo in sé, quanto il modo in cui mi è stato donato…

Stavo guardando in una vetrina, a dire il vero per l’ennesima volta, un bracciale con un charm a forma di cuore e la reazione di Lui è stata talmente semplice, quanto stupefacente. Un naturale ma sorprendente sorriso e un “ma te lo regalo io tatina…”

Sì, lo so, SONO UNA BAMBINA!!! Non posso negarlo, ma io mi sono sciolta, letteralmente, completamente… credo che sia ciò che capita quando l’inaspettato irrompe nella banalità del quotidiano, quando in una calda sera di luglio Lui ti ricorda che sì, ti vuole bene, al…

View original post 67 altre parole


Maschera

Occhioniblu

Immagine

Ci sono momenti, come questo, in cui vorrei solo scappare, indossare una maschera che renda irriconoscibile il mio viso ed il mio corpo e mi permetta di liberarmi del peso di quello che sono…

Siamo quello che siamo, frutto della natura, dell’ambiente, dell’educazione, della tradizione e della società, ma a volte il fardello è troppo pesante. Una persona come me non si sentirà mai totalmente libera, neppure nei pensieri.

Sono testarda, da un certo punto di vista forte e determinata, stronza a tratti, ma sotto sotto, sono anche fragile e influenzabile. Non sopporto le critiche, mi fanno soffrire e mi condizionano irreparabilmente. Se qualcuno delle persone che reputo più importanti ha qualcosa da recriminare sul mio comportamento, il mio modo di essere, vivere, vestire e parlare, soffro e, se mi trovo davanti una persona più debole, divento addirittura aggressiva…

Atteggiamento da persona poco equilibrata e un pochino psyco? Assolutamente sì…

View original post 223 altre parole


Il senso della vita…

Quale è il senso della vita? Facciamo delle scelte, amiamo, odiamo, ci lasciamo trasportare oppure siamo noi che cerchiamo di trainare gli altri. Siamo sempre protesi verso l’alto, l’al…

Sorgente: Il senso della vita…


Forse chi mi ha dedicato queste parole ha ragione…

Forse chi mi ha dedicato queste parole ha ragione… “Devi imparare a capire che la devi smettere di stare bene mentre dici di stare male…devi disabituarti! A volte sembra quasi che…

Sorgente: Forse chi mi ha dedicato queste parole ha ragione…


L’ Amore è restare -e tornare- nonostante tutto e tutti…

Ama e lasciati amare da una persona reale, da una persona vera che ti accetti per quello che sei, che conosca e riconosca le tue imperfezioni, i tuoi limiti, che ti veda bella sempre e comunque, ch…

Sorgente: L’ Amore è restare -e tornare- nonostante tutto e tutti…


Una semplice domanda…

Quale è il confine tra passione e amore e tra amore e bene fraterno?

Quale???

Occhioniblu


Tutto…

Avere Tutto e sentire la mancanza del Nulla… E un attimo dopo non avere più Nulla e sentire la mancanza di Tutto.

Stai per andartene, stai per lasciare la mia vita, la nostra casa, per sempre.

Sto per darti il dolore più grande, sto per uccidere una parte di te, quella che sogna, quella che vede la bontà nelle persone, in me.

Mi sono sempre riparata dietro al non volerti fare soffrire inutilmente, dietro alle mie mancanze, alle mie paure, a ciò che mi soffoca.

Ma la realtà è un’altra.

La realtà è che si devono affrontare le cose, non scappate.

La realtà è che si deve lottare per ciò che si vuole, non pretendere che gli altri facciano sempre tutto per noi.

La verità è che è più facile mentire, ma che non posso permetterti di fare scelte e basare la tua vita su una persona che non è quello che credi.

Non ho creduto abbastanza in te, in Noi, nel nostro Amore e ci ho sputato sopra.

Ho rovinato uno dei pochi veri regali che la vita mi abbia mai fatto.

Ho preferito mentirti, ferirti, deluderti, invece di capire con te cosa stesse succedendo.
E ti ho perso, perché io sono tornata a pregare quel Dio che tanto ho maledetto nella speranza che mi aiutasse a non perderti, ma non è bastato.

Te ne andrai e io inizierò piano piano a morire e ad odiarmi sempre più.

Perché ho preferito scappare. Ho pensato a me e ho preferito cercare altrove quello che avrei dovuto cercare e trovare in Noi.

So che non mi perdoberai, so che non mi crederai, ma sappi che se ho trovato il coraggio di dirti tutto non è per pulirmi la coscienza, ma per dirti: questa sono io, questo è il mio Demone, ora lo conosci in toto. Se vuoi possiamo far sì che questo demone torni nei lati oscuri della mia anima e lì rimanga. Se vuoi possiamo sconfiggerlo.Se vuoi possiamo provare ad essere noi, semplicemente noi …

Non ti chiedo di dimenticare, ti chiedo di perdonare.

Avevo paura di rompere qualcosa, ma forse qualcosa si era già rotto e non ho provato ad aggiustare, ma lo ho rotto ancora di più.

Forse ora è tardi per aggiustato, ma forse possiamo creare qualcosa di nuovo, ancora più bello. Insieme.

Ti prego, pensaci. La vita non è solo bianco o nero, esistono sfumature essenziali invisibili agli occhi, ma in grado di essere percepite dall’anima. Se senti Amore sotto tutto lo schifo e la rabbia significa che qualcosa di invisibile ci sta unendo, per sempre…

Mi mancherai, e non perché sarò sola, ma perché non ci sarai Tu.

Occhioniblu


Invisibile…

Invisibile, vorrei essere invisibile…

Percorrere i lineamenti del tuo viso, prenderti la mano, accarezzarla, sfiorarla e baciarla… e baciare te, le tue labbra, i tuoi occhi, il tuo cuore.

Vorrei guidarti e aiutarti ad andare verso la luce, verso la speranza, senza neppure che tu possa accorgerti di me…

Vorrei strapparti un sorriso dal cuore e farti sentire attorniato da un tepore rassicurante, farti percepire coccolato, protetto e sostenuto nel viaggio che quell’ombra che ora domina la tua anima deve affrontare per ritrovare il suo corpo e a riemergere dall’instabilità.

Non posso sapere cosa tu stia provando in questo momento, ma vorrei realmente che il mio pensiero potesse in qualche modo arrivarti e scaldarti, anche se di certo non ti può bastare.

Invisibile, vorrei essere invisibile, per starti vicino, per accompagnarti e per amarti…


Noi due…

Noi, semplicemente noi…

Perché esistono braccia più forti in cui tuffarsi, perché esistono occhi più profondi in cui perdersi, perché esistono anime più intense con cui dialogare e  corpi più potenti con cui intrecciare il proprio essere.

Ma noi… noi siamo noi, nonostante tutto e tutti.

Ho paura di non riuscire ad amarti più con quella freschezza e quella passione che ci hanno caratterizzati. Hai paura di non emozionarti più alla mia presenza. Abbiamo paura di essere cambiati, di aver fatto sì che la vita prendesse il sopravvento su di noi, su quello che avremmo potuto essere, su quello che potremmo diventare…

Ma noi siamo noi. Perché ci completiamo, perché siamo diversi, ma parte dello stesso puzzle. Perché facciamo talmente tante cose insieme… e le facciamo bene, con i nostri modi e i nostri tempi, con la nostra complicità…

Barattare la passione perenne, la voglia di saltarsi addosso in ogni istante, l’istinto di spogliarsi con gli occhi con l’amore quotidiano, con lo scambio di uno sguardo che dice tutto, con il conoscere come l’altro mangia, dorme, va in bagno…

Passione e intimità. Innamoramento e amore. Abitudine e monotonia. Desiderio e rassegnazione. 

Se realmente non ci si deve accontentare si deve trovare una mediazione, si deve creare ogni giorno qualcosa di nuovo senza dare per scontato quello che ci ha legati, che ci ha fatto innamorare.

Non dare per scontato l’altro e dare il giusto peso alle sue esigenze, ai suoi problemi, alle sue soffocate richieste di aiuto…

Non possiamo ragionare sempre e solo con i nostri parametri di giudizio. Se veramente teniamo a qualcuno dovremmo provare a capire quella persona e a dare importanza a ciò che prova…

Non vale minimizzare sempre tutto, non vale aspettare che passi. Tutti sbagliamo. Tutti. Io sono conscia del mio egoismo, della mia insoddisfazione perenne, del mio egocentrismo. Ma sono anche consapevole della mia fragilità e sensibilità. So anche che essere ferita ripetutamente per nulla mi porta solo lontano… 

So che cerco disperatamente Amore, passione, complicità e conoscenza. 

Quel mix di passione e intimità in grado di trasformare una persona in luogo perfetto pieno di amore.

Quella persona capace di mettere la felicità dell’altro al primo posto con la sua. Quella persona che prova a pensare all’altro. Quella persona che è felice se l’altro è felice… 

Perché mille corpi possono infuocarci, mille anine possono catturarci,  ma solo una persona può farci sentire giusti nel mio luogo giusto… e se quella persona esiste dovremmo imparare a darle importanza…


Arrabbiata…

Vorrei solo essere normale, riuscire ad essere felice, ad amare completamente ed essere amata completamente, a sentirmi realizzata.

Invece mi sento arida, arrabbiata con il mondo e  delusa da me stessa…


Avarizia…

Sento la meschinità impadronirsi di me.
Percepisco la grettezza dei miei pensieri, delle mie azioni.
La voglia di tenere tutto per me.
Il desiderio inconscio di possedere, di comandare.

Avarizia dell’Anima.
Cupidigia del Cuore.

Peccato capitale.
Vizio dello spirito.

Desiderio ardente.
Voglia incolmabile.
Perpetuarsi della volontà di possesso.

Volere, desiderare, avere, volere sempre di più, desiderare ancora, avere sempre più…

E ritrovarsi senza nulla.

Occhioniblu

Sorgente: Avarizia…


Paura…

Ho solo paura.

Sono solo terrorizzata.

Percepisco solo incertezza, dolore.

Non so cosa stia succedendo. Mi sento risucchiata in un vortice di lacrime, tristezza, dolore.
Sento la mia vita sfuggirmi dalle mani. Provo a trattenerla, ma non ci riesco. La voglio afferrare, tenerla stretta, ma mi ritrovo a mani vuote.

Vorrei solo guardarti, amarti, sorriderti. Sentirti mio, sentirmi tua. Essenziale. Unica. Importante. Regina indiscussa del tuo cuore e della tua anima.

Vorrei solo piacerti, vedere il desiderio nei tuoi occhi. Il desiderio di me, del mio corpo, del mio cuore. Sentire la volontà di condividere tutto. Tutto.

Mi piacerebbe riuscire a guardarti di nuovo con gli occhi dell’amore incondizionato, folle. Vedere solo l’uomo che mi ha salvata dai miei mostri, che ha dato amore alla mia vita.

Mi piacerebbe riscoprire il desiderio assopito. Cercarsi con lo sguardo, con le mani, con la bocca. Non riuscire a starci accanto senza dar vita ad una danza di amore e passione…

E invece mi ritrovo qui, sola.

Ad avere paura.

A provare terrore.

A sentirmi incerta, dolorante.

Non so cosa stia succedendo. Sento la rabbia, l’angoscia, la tristezza, impossessarsi del mio corpo, della mia mente. Sento la gelosia sgorgarmi nelle vene.

Vorrei farti sentire libero di vivere, di agire, di pensare e di fare ciò che ti rende felice, ma contemporaneamente mi sento morire. Sento che la terra su cui ho sempre poggiato i piedi ora si sta facendo farraginosa, instabile.

Vorrei penetrare i tuoi pensieri, sentire cosa provi. Vorrei far vivere un nuovo Noi, dargli un nome nuovo, una sostanza, rendere le nostre due anime uniche. Due Anime e due corpi fusi in uno solo, per l’eternità.

Mi piacerebbe riuscire a trattarti bene, a coccolarti, a capirti, a farti sentire amato. Smettere di impazzire, di urlare, di implorare pietà.

Mi piacerebbe essere Noi, semplicemente, immensamente Noi. Due persone che condividono tutto ormai, perchè lo vogliono e perchè si amano.

E invece… sono qui, sola, chiedendomi come potermi fare perdonare e chiedendomi come fare per tornare indietro mentre si va avanti…

Occhioniblu

 


Mai dare tutto per scontato…

Ci sono alcune -troppe- cose che si danno per scontate…

Il problema è che nella maggior parte dei casi si tratta di quello di più importante e fragile che possediamo. Ma proprio questa estrema delicatezza fa sì che, per paura di dover subire una perdita, ci ritroviamo a considerare eterno ciò che, invece, è mortale e fugace.

Rendiamo dei supereroi immortali i nostri genitori: esseri sovraumani che, infallibili,  eterni ed instancabili, dovrebbero accompagnarci, coccolarci ed aiutarci, per tutta la nostra vita.

Pretendiamo che i nostri amici, quelli che riteniamo veri, indistruttibili ed insostituibili, crescano con noi, cambino solo quando noi siamo pronti a cambiare e ci riservino sempre la priorità. Pronti ad aiutarci, a correre per noi, a capirci, a consolarci. L’imperativo è esserci. Perché? Perché ci sono sempre stati.

Crediamo che l’amore di chi ci è accanto sia inesauribile, eterno, capace di andare al di sopra di tutto e tutti. Riteniamo la persona che ci sta accanto in dovere di amarci e onorarci finché morte non ci separi. Ci deve capire, assecondare, viziare. Deve avvertire le nostre esigenze, soddisfare il nostro bisogno di essere amati, capiti, assecondati.

Eppure…

Eppure gli esseri umani non sono eterni, invecchiano, si stancano, iniziano a mancare piano piano fino a quando se ne andranno per sempre.

Le amicizie vanno coltivate, le persone cambiano, le priorità mutano, la vita prende direzioni a volte opposte e bisogna essere in grado di riscoprirsi, riadattarsi e ricrearsi.

E l’Amore… l’amore va alimentato, benedetto ogni singolo giorno e mai dato per scontato. Mai.
Le grandi passioni ardono, bruciano, si consumano e lasciano dietro di sé ammassi di cenere dalle quali si può decidere di far sorgere una fenice o il nulla… L’amore è sentimento, ma è anche scelta. La scelta di lottare, insieme, per tenere vivo ciò che si prova e ciò in cui si crede, senza dimenticarsene. Mai.

Occhioniblu


“Was It A Dream?”

Your defenses were on high
Your walls built deep inside
Yeah I’m a selfish bastard
But at least I’m not alone
My intentions never change
What I wanted stays the same
And I know what I should do
it’s time to set myself on fire
Was it a dream?
Was it a dream?
Is this the only evidence that proves it
A photograph of you and I
Your reflection I’ve erased
Like a thousand burned out yesterdays
Believe me when I say goodbye forever
Is for good
Was it a dream?
Was it a dream?
Is this the only evidence that proves it
A photograph of you and I
Was it a dream?
Was it a dream?
Is this the only evidence that proves it
A photograph of you and I
(A photograph of you and I)
Was it a dream?
Was it a dream?
Is this the only evidence that proves it
A photograph of you and I
A photograph of you and I
A photograph of you and I… in love…

 

Le tue difese erano alte
Le tue mura costruite in profondità
Sì sono un egoista bastardo
Ma almeno non sono solo
Le mie intenzioni non cambiano mai
Quello che volevo è sempre lo stesso
E so quello che dovrei fare
E’ ora che io mi getti nel fuoco
Era un sogno? Era un sogno?
Una fotografia di noi è una cosa
talmente evidente da provarlo
Ho cancellato il tuo riflesso
Come mille ieri bruciati
Credimi quando dico addio per sempre
E’ per il nostro bene
Era un sogno? Era un sogno?
Una fotografia di noi è una cosa
talmente evidente da provarlo
Era un sogno? Era un sogno?
Una fotografia di noi è una cosa
talmente evidente da provarlo
Era un sogno? Era un sogno?
Una fotografia di noi è una cosa
talmente evidente da provarlo…
una foto di noi… innamorati…

30 Seconds to Mars


Tu, mi manchi tu…

Mi manca il tuo Amore,

mi manca la tua voce,

mi manca la possibilità di pensarti, di scriverti, di sognarti.

Mi manca sapere di essere importante per te.

Avrei tanto voluto essere abbastanza per farti decidere di lottare per me.

Hai deciso di non provarci, hai decido di non cercarmi, hai deciso di non amarmi.

Lo hai deciso a priori, per tutelarti, o forse perchè – semplicemente – non ne vale la pena.

Tu te ne andavi e io sognavo che mi venissi a rapire.

Tu mi cancellavi e io ti imprimevo nell’anima.

Tu decidevi di non condividere la tua vita con me e io mi chiedevo come sarebbe stato condividere tutto con te.

Tu non mi parlavi io urlavo al mondo di amarti.

Tu chiudevi tutte le porte e io ti aprivo il mio cuore…

Occhioniblu


Abitudine…

Sopravvivo

cercando di non affogare

in sogni repressi

che lì

ristagnano…

Occhioniblu

Sorgente: Abitudine…


Persa…

“Che c’è Occhionibu? Non hai mai visto il mare?” le chiede la sua Anima

“Ma che domande, certo che ho visto il mare…” le rispose la sua Mente

“Ne sei certa?” ribattè il Cuore

“Ma assolutamente sì…” sentenziò il Raziocinio

“E allora cosa è che ti turba?” si intromise il Dubbio

“E’ che ho visto tanti mari ma forse non ne ho mai conosciuto nessuno… E questo mi turba e mi destabilizza…” concluse Lei


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: